13.3 C
Rome
lunedì, Settembre 26, 2022

Buy now

ARRIVA IL PASS DIGITALE UE (4° parte)

Il green pass, per ora solo cartaceo, sarà a disposizione degli italiani in versione digitale su ‘IO‘, la App della Pubblica Amministrazione. Non è dunque un caso, se per i viaggi all’estero e per alcune strutture sanitarie la blockchain, che traccia il Green Pass, sia rimasta e rimarrà attiva. A buon intenditor, poche parole!

L’avevamo preannunciato, lo avevamo spiegato in molte delle nostre dirette “Admin Ring LIVE”, lo avevamo pubblicato anche in alcuni articoli, su questo sito Web e, finalmente, tutto si sta concretizzando esattamente come lo avevamo descritto.

Dal 1° luglio gli italiani avranno su ‘IO‘, la App della Pubblica Amministrazione, il green pass per circolare liberamente in tutta Europa. 

La novità l’ha annunciata il ministro per l’Innovazione, Vittorio Colao, in vista dell’entrata in vigore, il 1° luglio, del green pass europeo, il certificato che, per un anno, consente di viaggiare liberamente in tutta Europa e che viene rilasciato se si è concluso il ciclo vaccinale. 
C’è anche l’ipotesi di renderlo valido già 15 giorni dopo la prima dose – così come previsto per il green pass italiano – se si ha un certificato di guarigione dal Covid, o se si ha un tampone negativo, effettuato nelle 24 ore precedenti, fermo restando che la durata cambierà a seconda del tipo di certificato rilasciato.

Passaporto Digitale EU

Il green pass, per ora solo cartaceo, sarà a disposizione degli italiani in versione digitale, su ‘IO’, la App della Pubblica Amministrazione già scaricata per poter usufruire del cashback e che nasce proprio per rendere fruibili tutti i servizi pubblici, in modo semplice e immediato. 

Ad oggi sono 11 milioni che l’hanno scaricata e 20 milioni gli Spid attivati.

«Verso metà giugno saremo pronti e dal 1° luglio partirà”, ha detto Colao, riferendosi al green pass.

“È un certificato, non un passaporto e forse non dovremo neppure scaricarlo, ma arriverà una notifica e chi ha l’App IO avrà lì dentro». 

IO” ha, infatti, le caratteristiche che rispondono alle richieste dell’UE, per essere uno dei canali su cui poter visualizzare il certificato, appena sarà operativa l’infrastruttura che gestisce ed eroga i documenti in formato digitale.
L’Italia è avanti rispetto ad altri Paesi nella digitalizzazione di alcuni servizi – ha detto Colao -. In un anno e mezzo si dovrebbe arrivare a una Schengen digitale europea e il Paese sarà pronto, grazie ai servizi sviluppati sull’app IO. 

Patente e tessera elettorale saranno digitali, come digitale sarà il wallet personale”.

Cioè? Lo ha spiegato qualche tempo fa la Von der Leyen, in occasione del discorso programmatico del 2020
“La Commissione proporrà presto un’identità digitale europea sicura, che ogni cittadino potrà usare ovunque, per fare qualsiasi cosa, da pagare le tasse a prendere a noleggio una bicicletta. Una tecnologia sicura”.

La tecnologia auspicata dalla presidentessa della Commissione ora c’è e si chiama blockchain, la stessa che la Von der Leyen ha richiamato lo scorso fine gennaio, ricordando che presto sarà attivo, in tutta l’Unione, il passaporto sanitario vaccinale.

Esattamente ciò che il 4 maggio scorso ha sancito la commissaria europea alla Salute, Stella Kyrialcides. Non è dunque un caso, se per i viaggi all’estero e per alcune strutture sanitarie la blockchain, che traccia il Green Pass, resti necessaria, come abbiamo sempre sostenuto nelle nostre precedenti analisi.

Gli analisti dei “Fact Checkers di turno, dicevano che le nostre erano illazioni basate su ipotesi assurde…
Non è passato molto tempo ed ora, come per MAGIA, tutto viene realizzato esattamente come prevedevamo che fosse.

Ricordiamoci ora che, a questa ID DIGITALE, questi Signori vogliono collegare TUTTO della vita di ogni cittadino: dalla salute, al conto in banca, ai debiti con l’Agenzia delle Entrate, alla propria FEDE, alla fede addirittura CALCISTICA e poi tutto il resto. E chi non sarà in regola, come per la patente a punti: ritiro e impossibilità di viaggiare e di fare qualsiasi cosa.

Non so se non vi sono ancora ben chiari l’idea e gli obiettivi di questo progetto… A buon intenditor, poche parole!

Vittorio Colao sulla “SCHENGEN DEL DIGITALE”

“Italia capofila del progetto”

Doveva essere l’Ucraina ad avere questo primato…(leggi l’articolo) ma, visto come sono andate le cose, ecco che ci siamo riappropriati di questo RECORD tutto singolare. Avevamo dei dubbi?

  • Capofila nel “Reddito di Cittadinanza”.
  • Capofila nell’attacco al Virus Sars-Cov2 detto COVID-19.
  • Capofila nel LOCKDOWN in stile cinese… persino meglio di quelli cinesi.
  • Capofila nell’OBBLIGO VACCINALE.
  • Capofila nei GREEN PASS e SUPER-GREEN PASS.

Non potevamo essere altro che CAPOFILA anche nel PASSAPORTO DIGITALE EU.

L’unica nostra speranza, a questo punto e visto come stanno andando le cose, è che l’EU crolli miseramente, per la sua evidente inutilità e per i danni fatti ai cittadini di ogni singolo stato e che, dopo il suicidio operato con le sanzioni alla Russia e la conseguente crisi economica e di approvvigionamento delle risorse energetiche, per la propria sopravvivenza, decidano di porre fine a questo inutile satellite degli USA – creato a tavolino dal vecchio Kissinger – con tutta la collaborazione di chi non aveva alcuna intenzione di trasformarlo in un modello competitivo per la potenza statunitense, governata dalla CIA e da tutte le sue élites globaliste, mondialiste e imperialiste. 

Siamo alla fine dei giochi, ma loro, il giocattolo lo stanno portando avanti lo stesso, fedeli fino alla morte ai loro burattinai che, dopo il WEF Davos 2022 e il recente Bilderberg a Washington, hanno affrontato e non digerito un tale terremoto e scossone che ha mandato in frantumi tutte le previsioni e le agende di tutti in tipi.

Come ha affermato la portavoce del governo della Federazione Russa, Maria Zakharova, la sola domanda che si dovrebbero porre, i fenomenali esperti delle previsioni e delle proiezioni statistiche che hanno dato il via a questo scenario, per loro a dir poco “apocalittico”, è se queste previsioni siano frutto di Intelligenze Vive, oppure della così osannata Intelligenza Artificiale.

Nella seconda più probabile ipotesi, sarebbe forse il caso che ponessimo tutti una grandissima ATTENZIONE, prima di consegnare la nostra IDENTITÀ a questo MONDO, o ENTITÀ DIGITALE, che non sembra garantire una sufficiente capacità analitica e soprattutto sembra completamente (e anche logicamente), priva di BUONSENSO.

Che sia BANNATA, quindi, l’IDENTITÀ DIGITALE, che a qualcuno piace così tanto da pensare, addirittura, di farsi tatuare il QR Code sulla pellaccia, o di farselo impiantare con un MICROCHIP sottocutaneo, come suggeriva, in una famosissima intervista, proprio il leader del WEF: il famosissimo pelato di origini naziste, KLAUS SCHWAB, parlando con la signora URSULA VON DER LEYEN.

Pensateci bene: nessun esperimento sociale, era mai stato fatto in così vasta scala nella storia.
Le dittature del passato, a confronto di questa, non sono nulla: la dittatura in corso, senza volto e basata sul Politicamente Corretto, ha un impatto GLOBALE e la dichiarazione di fare tutto per il bene dei cittadini e della comunità, sotto l’egida delle istituzioni mondiali quali l’ONU (Organizzazione Nazioni Unite), l’OMS(Organizzazione Mondiale della Sanità) e il FMI (Fondo Monetario Internazionale), è quanto di peggiore abbia partorito l’essere umano.

 

L’identità digitale prende vita dalla Vaccinazione di Massa, fatta in gran fretta, senza i dovuti controlli, per una malattia mai completamente identificata, SENZA UNA SPERIMENTAZIONE SUFFICIENTE e senza attendere il normale flusso endemico della malattia. 

Le costrizioni, le discriminazioni e le violenze fatte ai cittadini, per sottostare a tale pratica di Vaccinazione di Massa, impedendo, di fatto, di poter vivere la propria esistenza basandosi sulla libera scelta e impedendo la vita lavorativa dei cittadini, con violenze legali anticostituzionali, hanno portato le persone verso un baratro di paure e di incertezza, accompagnato dalla crescente mancanza di fiducia nelle istituzioni statali e soprattutto MEDICHE, complici, di fatto, di azioni imperdonabili, a danno dei propri pazienti.

Per terminare, la descrizione fatta dai Grandi Pensatori EU, figli del WEF di Davos, che hanno presentato il progetto da attuare nel prossimo autunno:

La blockchain studiata per il lascia-passare Covid, verrà buona per far transitare tutte le informazioni sanitarie, quelle per l’espatrio, ma anche fiscali e tutte le pendenze di natura amministrativa. A questo punto, sarebbe importante che il governo spiegasse se e quando, l’Ue vorrà adottare l’euro digitale e tutti i sistemi in grado di tracciare i singoli individui e inibire le libertà primarie, fino a oggi svincolate da alcun tipo di premialità. Non sono cose da poco, ma il futuro della Democrazia Parlamentare”.

Queste ultime parole sono letteralmente da BRIVIDI…visto quello che hanno fatto e che continuano a fare gli USA, negli anni, per esportare il loro tipo di DEMOCRAZIA. 


FONTI:

IL SOLE 24 ORE
IL PARAGONE

ARTICOLI CORRELATI:

L’ID-DIGITALE IN EU, UCRAINA E ITALIA
LA DIGITALIZZAZIONE SELVAGGIA DELL’EU (1a parte)
L’ID Digitale dell’OMS e il 6G (2a parte)

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Stay Connected

3,501FollowerSegui
20,100IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

Latest Articles