7.2 C
Rome
lunedì, Novembre 28, 2022

Buy now

Mandato vax bocciato a NY

Sentenza della Corte Suprema

Venerdì la Corte Suprema di New York ha dato ragione ad un sindacato di polizia della città, in una causa contro il Comune.

Nel 2021 la Police Benevolent Association ha fatto causa a Bill De Blasio (in USA la polizia è comunale, pertanto la controparte è la città di NY), per l’obbligo di sottoporsi al siero anti Covid-19.

Il Poliziotto Alexander Deletto si era rifiutato di sottoporsi al siero, per motivi religiosi. In Usa è prevista questa possibilità, previo un colloquio con un Pastore, o con una figura religiosa di riferimento, come già visto per la causa degli aviatori contro la USAF in Ohio.

Il dipartimento di polizia della Grande Mela aveva rifiutato la richiesta il 15 febbraio, indicando genericamente che la domanda “non rispettava i criteri” (Cit.).

Il giudice Bluth ha annullato temporaneamente la sospensione, indicando che il documento della municipalità di New York era troppo generico e che era obbligatorio indicare le ragioni dell’atto.

In precedenza, il 18 febbraio 2022, il sindacato PBA aveva presentato ricorso alla corte suprema, contro l’obbligo di vaccinazione per le FF.OO di NY.

Il giudizio favorevole, come detto, è arrivato il 24 settembre (qui il testo integrale).

Patrick Lynch, il presidente del sindacato, ha dichiarato, dopo la sentenza, che verificheranno come la Città si adeguerà a quanto deciso dal giudice. La città di New York ha comunicato ai media, che si conformerà al più presto alle disposizioni.

Nel sistema della Common Law, vige il precedente giudiziale, questa sentenza fissa un precedente cui si rifaranno i giudici in tutte le cause successive. Lynch ha aggiunto che il tribunale ha confermato quello per cui la PBA si batte dall’inizio: il mandato vaccinale è un’infrazione del diritto dei poliziotti di scegliere liberamente la terapia, dietro consultazione con i loro medici.

Il Giudice Lyle Frank, della Corte Suprema di Manhattan, ha stabilito che l’obbligo vaccinale non è valido per la PBA, “nella misura in cui è stata usata per imporre una nuova condizione di impiego” (cit.).

Nella sentenza, Frank ha indicato che la città di New York ha violato la legge che assegna al commissario di polizia i compiti di amministrazione (e disciplina) del personale NYPD ed ordinato:

  • che il mandato vaccinale sia annullato perchè è stato utilizzato per imporre una nuova condizione di lavoro agli attuali membri del PBA. Infatti, l’amministrazione (e disciplina) della polizia di New York, è compito esclusivo del Commissario, non di chi ha imposto i mandati vaccinali;
  • che il mandato non è valido nella misura in cui cerca di ottenere un’applicazione diversa da quella prevista dalla legge, che per queste fattispecie stabilisce soltanto sanzioni pecuniarie;
  • che i membri del PBA licenziati e/o messi in congedo senza retribuzione, per non aver rispettato la nuova condizione illegale di impiego (l’obbligo vaccinale), siano reintegrati nello stato in cui si trovavano alla data della sospensione. Questo paragrafo della sentenza dettaglia i motivi per cui l’obbligo vaccinale è illegale.

Questa vicenda conferma che anche all’estero gli interventi anti pandemici sono andati oltre gli ordinamenti giuridici. Lo stato di emergenza è stato sfruttato per far passare restrizioni arbitrarie. È importante seguire questi ricorsi e ricorrere per rendere esecutivi i diritti.

Fonte:

https://www.thegatewaypundit.com/2022/09/huge-victory-nycs-largest-police-union-wins-vaccine-mandate-judge-rules-vaccine-mandate-invalid/

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Stay Connected

3,580FollowerSegui
20,300IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

Latest Articles