7.2 C
Rome
lunedì, Novembre 28, 2022

Buy now

L’ITALIA VOTA A FAVORE DELLA GLORIFICAZIONE DEL NAZISMO

Poniamoci solo una semplice domanda: “Ma, il Popolo Italiano: è a conoscenza che le cose stanno in questi termini????” All’Assemblea Generale ONU sulla risoluzione per la “Lotta alla Glorificazione del Nazismo”: l’Italia e altri 51 Stati per lo più europei hanno votato contro, 106 a favore e 15 si sono astenuti. Nei 10 anni precedenti avevano votato contro solo USA, UCRAINA e una volta anche il CANADA… 
Un chiaro segnale che il Nazismo ha sostenitori ben identificati.

Una settimana fa l’assemblea generale dell’ONU ha approvato una mozione presentata dalla Russia che condanna i tentativi di “Glorificazione dell’ideologia Nazista e la conseguente negazione dei crimini di guerra nazisti, compreso l’Olocausto”. La risoluzione rileva e condanna anche l’aumento di attacchi razzisti in tutto il mondo e propone di applicare la Convenzione Internazionale sull’eliminazione di ogni forma di Discriminazione Razziale adottata in sede Onu nel 1969 ma mai davvero messa in pratica.

<La Terza Commissione dell’Assemblea Generale Onu ha adottato una bozza di risoluzione russa sulla “Lotta alla glorificazione del NAZISMO, del NeoNazismo e di altre pratiche che contribuiscono ad alimentare le forme contemporanee di razzismo, discriminazione razziale, xenofobia e intolleranza”>.

I media italiani hanno quasi del tutto ignorato la notizia, che invece presenta aspetti molto interessanti.
Si dirà che la mozione ricalcava altre risoluzioni del genere approvate alle Nazioni Unite, anche recentemente dal 2010.  
Si dirà anche che quest’ultima risoluzione sia una furbesca mossa propagandistica del Cremlino per raccogliere consensi contro il governo ucraino di chiara matrice nazista, nato da un “colpo di stato” sponsorizzato da Stati Uniti e avvallato dalla UE nel 2014 e per accreditare quindi l’Operazione Speciale Russa nel Donbass a difesa delle popolazioni minacciate da oltre otto anni e già vittime di un genocidio con oltre 16.000 persone uccise, tra cui moltissimi bambini.
Fatto sta che, se in altre occasioni simili c’era stata l’unanimità o quasi, questa volta è andata diversamente.


I voti, in quest’ultima consultazione sono stati i seguenti: 106 a favore, 52 i contrari, 15 gli astenuti, come si può osservare nel tabellone riportato in figura.
L’Italia e altri 51 Stati per lo più europei hanno votato CONTRO l’approvazione di questa risoluzione: per la prima volta nella storia dal dopoguerra, l’Italia si è esposta a FAVORE di un tema riguardante il Nazismo.

Nei 10 anni precedenti avevano votato contro solo USA e UCRAINA… 

l’Italia ha quindi votato contro alla bozza ONU che condanna la “Glorificazione del Nazismo”…
Di conseguenza, possiamo senza dubbio affermare che l’Italia ha votato di “NON CONDANNARE” la glorificazione del Nazismo e quindi: 
L’ITALIA SI È ESPRESSA A FAVORE DELLA GLORIFICAZIONE DEL NAZISMO.


Ho impiegato un po’ di tempo e di parole per spiegare questo concetto, perché, per lo schema della “Finestra di Overton” (di cui spesso parliamo), sappiamo bene che invertendo i fattori all’interno di un discorso a volte si riesce a cambiare o a rendere più “digeribile” ed accettabile una verità molto scomoda. 

E questo è il tipicissimo caso.

Quindi il risultato finale è che i nostri rappresentanti presso l’ONU hanno votato a favore della “Glorificazione del Nazismo

Ripeto e riformulo ora la stessa semplice domanda fatta all’inizio: 
Ma… il Popolo Italiano: è consapevole ed è a conoscenza che le cose stanno in questi termini????”

I media italiani hanno quasi del tutto ignorato la notizia, ma del resto parlano poco anche delle atrocità che continuano ad essere compiute proprio dai Nazisti Ucraini in quel paese così ormai dilaniato e che usa i propri cittadini come CARNE DA MACELLO… come affermato anche da molti politici americani e Europei che stanno gestendo questa situazione in modo assurdo e paradossale.

Qualche giornale italiano ha titolato così:
Ucraina: lotta al nazismo, l’Ue vota contro
Si oppongono anche gli Usa: “Una scusa per l’aggressione di Putin”.
Oppure: “Commissione Onu adotta bozza russa su nazismo; Ue compatta vota contro”.

La risoluzione ONU, è stata COMUNQUE APPROVATA…e questo è un dato di fatto.
L’impressione che ci rimane addosso, nell’apprendere questa notizia, è però un po’ come se le parole stessero perdendo completamente il loro significato e la loro valenza; perché non sta proprio in piedi sentire affermare che quest’ultima risoluzione (che ricordiamo viene riproposta OGNI ANNO da oltre un decennio) fosse una “furbesca mossa propagandistica” del Cremlino per raccogliere consensi o una giustificazioni all’Operazione Speciale, iniziata nel febbraio scorso per fermare un genocidio nel Donbass.


Vogliamo ribadirlo a chiare lettere che la parola NAZISMO fino all’inizio di quest’anno era UNANIMAMAENTE CONDANNATA, mentre invece oggi viene accolta con una certa benevolenza e viene respinta da moltissimi paesi (la maggioranza) proprio appartenenti a quel BLOCCO OCCIDENTALE che evidentemente trova nei suoi governanti un certo qual senso di APPARTENENZA nella parola NAZISMO, ormai non più celato.

La cosa strana è che l’unico giornale a riportare la notizia e l’esistenza di questa risoluzione in tutti questi anni, è stato il quotidiano di Torino LA STAMPA, famoso per le sue “grezze e bufale” nel recente passato, ma che scriveva, nel novembre del 2014, come a votare contro a quella mozione siano stati allora solo USA, Ucraina e Canada
Mentre la seconda cosa da sottolineare, secondo il quotidiano torinese,  era che sempre in quella circostanza ad ASTENERSI erano stati tutti i paesi dell’Unione Europea (ambigui e un po’ ipocriti, come spesso capita), più vari stati  nordafricani.

Se allora e solo nel 2014, a ridosso del “Colpo di Stato USA in Ucraina”, gli stati Europei e l’Italia si erano astenuti, mentre negli anni successivi fino al 2021 gli unici a votare CONTRO a questa mozione erano stati USA e UCRAINA, vuol dire che per tutti gli stati la condanna contro il NAZISMO ed ogni forma di Neo Nazismo era  unanime e senza dubbio.
Quest’anno l’ITALIA e i paesi dell’UE  si sono invece schierati CONTRO l’approvazione della risoluzione e quindi a FAVORE DELLA GLORIFICAZIONE DEL NAZISMO.

Corteo Nazista per Stepan Bandera in Ucraina

Curioso osservare come, in quell’articolo della STAMPA del 2014, si elencavano tutte le caratteristiche NAZISTE dell’Ucraina nata dal colpo di stato USA, dove i rappresentanti del nuovo governo erano stati scelti dall’allora sotto-segretaria di Stato, Victoria Nulan, che non faceva mancare mai la sua presenza nelle piazze di Kiev e sui palchi dei vittoriosi militari Nazisti ucraini insieme ad altre autorità USA che parlavano anche a nome della Comunità Europea senza averne alcun diritto…
Molti cittadini USA furono naturalizzati ucraini per entrare a far parte del governo nascente e entrare nelle principali aziende, perché appartenenti a molte Lobby…ricordiamo, uno su tutti il conosciutissimo “Hunter Biden”, il figlio del presidente USA Joe Biden che divenne legale rappresentante della BURISMA e che poi accompagnò tutti i suoi traffici con i fondi USA Rosemont Seneca, convogliati su METABIOTA, sostenuta anche da EcoHealth Alliance di Peter Daszak e direttamente collegata ai Bio laboratori di produzione trovati in Ucraina e per i quali ancora non sono partite le dovute indagini da parte dell’ONU che ha respinto anche le ultime richieste sostenute da RUSSIA e CINA.

Lo stesso giornalista della STAMPA, sempre nel 2014, segnalava il processo di “nazificazione” in corso nelle scuole, come testimoniato dai tweet del presidente Poroshenko sull’addestramento militare a lezione e dalle immagini dei simboli nazisti contenute nei libri di testo scolastici: abbiamo appena pubblicato un magnifico VIDEO del giornalista John Dougan su questo argomento che vi invitiamo a guardare, perché il processo operato negli anni dal governo ucraino e finanziato da TUTTI GLI STATI DELLA NATO con a capo gli USA è quanto di peggio si possa pensare in termini di propaganda nazista e di istigamento all’odio e all’intolleranza fra i popoli.

Gli avvenimenti in Ucraina sono andati avanti secondo le linee suggerite da Engdhal (al governo Arsenij Yatseniuk pilotato dagli USA), e la giornalista Mariagrazia Bruzzone de LA STAMPA chiudeva il suo interessantissimo articolo con una frase quasi profetica. 

Il dramma non è affatto finito. In gioco c’è il futuro della Russia, le relazioni Europa /Russia e il potere globale di Washington o almeno di quella fazione che a Washington vede ulteriori guerre come primo strumento della politica.

A distanza di OTTO ANNI da questo articolo (fatto ovviamente sparire dal sito ufficiale del quotidiano e dalla rete, ma riportato in vita grazie a un goffo articolo di BUTAC che lo ha citato per errore) e da quegli avvenimenti, la situazione oggi è chiarissima e quanto accaduto all’ONU con la recente esposizione di tutti gli stati del mondo sull’appoggio e il sostegno al NAZISMO appare evidente e vorrei che questa notizia fosse resa disponibile e che TUTTO IL POPOLO ITALIANO ne fosse messo a conoscenza.

Quando si sente cantare “Bella Ciao” e glorificare i Partigiani che, secondo la narrativa, hanno sconfitto il Nazismo, bisognerebbe ricordare a tutti coloro che INTONANO a squarciagola quel canto, che i loro rappresentanti ITALIANI ed EUROPEI alle Nazioni Unite, per la maggior parte appartenenti ai Partiti dell’area di Sinistra e quindi storicamente legati ai “Movimenti della RESISTENZA”, hanno votato a favore della GLORIFICAZIONE DEL NAZISMO, facendo rivoltare nella tomba tutti coloro che hanno realmente combattuto e dato la vita per un VERO ideale di libertà di pensiero, di azione e di autodeterminazione basato sul vero senso di appartenenza alla Patria e alle proprie radici. 

E badate bene: questo non è una decisione che riguarda l’attuale governo italiano in carica, ma i rappresentanti che sono eletti da anni presso EU e ONU e quindi appartenenti e rappresentanti di tutti quei partiti prevalentemente europeisti, globalisti e quindi facenti parte di quella sinistra italiana che ha dominato la scena della politica in questi ultimi vent’anni.

TUTTI GLI ITALIANI DEVONO SAPERE!


FONTI: 

Commissione ONU adotta risoluzione contro la Glorificazione del Nazismo
Lotta al Nazismo: L’UE vota Contro!

I NAZI imperversano in Ucraina: il nazismo non è più il “Male Assoluto”

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Stay Connected

3,580FollowerSegui
20,300IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

Latest Articles